CIRCOLARE CONI del 03 luglio 2017 e DM del 26 giugno 2017 su obbligo dotazione DAE

Softair

Siamo lieti di informarvi che finalmente, dopo ripetuti e annosi rinvii, il 28 giugno è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto Ministeriale che chiarisce una volta per tutte la questione “defibrillatori”. 

Il CONI in data 3 Luglio ha, diffuso una “Circolare Esplicativa” che pubblichiamo insieme al DM del Ministero della Salute e all’allegato A per le attività a ridotto impegno cardiocircolatorio.

 - PUNTI IMPORTANTI:

1.  le strutture che non ospitano attività agonistiche non hanno obblighi di presenza del defibrillatore e del personale idoneo all’utilizzo;

2. l’obbligo non sussiste durante allenamenti o manifestazioni sportive che abbiano luogo all’aperto (mare, strade, boschi), cioè in aree che non possono essere classificate come impianti sportivi;

3. il defibrillatore non dovrà essere necessariamente di proprietà della associazione o società sportiva, (organizzante gare presso un impianto sportivo), così come il personale idoneo all’utilizzo potrà essere anche di terzi; resta invece a carico dell’associazione sportiva l’onere di verificarne l’esistenza, il funzionamento e la presenza delle risorse umane necessarie prima dell’inizio di ogni gara;

4. l’unica conseguenza prevista per gli impianti sportivi non dotati di defibrillatore sarà la loro non idoneità ad ospitare manifestazioni agonistiche;

5. la responsabilità della associazione/società sportiva, (intesa come ospitante), sussisterà solo se darà comunque inizio alla gara (presso impianto sportivo) in assenza della verifica della presenza/funzionamento del defibrillatore e del personale formato per il suo utilizzo;

6. non sussiste alcun obbligo di presenza del defibrillatore e del personale idoneo all’utilizzo durante lo svolgimento di gare organizzate dalle associazioni e società sportive dilettantistiche con attività a basso rischio cardiocircolatorio (vedi allegato A del DM).

 - NS.CONCLUSIONI

Le ASD praticanti softair, lasertag e tiro dinamico sportivo airsoft sono esentate dall’acquisto del defibrillatore e dall’obbligo di formazione di personale idoneo al suo utilizzo.

Siamo soddisfatti per l’esito di una battaglia, durata quasi 5 anni e condivisa con molte Federazioni olimpiche, che ci ha portato ad opporci ad una legge inapplicabile per il softair e per tutte le attività svolte all’aria aperta al di fuori degli impianti sportivi. 

Il tema “salute e benessere atleti” è importantissimo e continueremo a ritenere fondamentale da parte di tutti i ns. iscritti, così come disciplinato dai ns. Regolamenti ormai da anni:

- presentazione del “Certificato Medico”;

- presenza dell’ambulanza durante lo svolgimento di gare agonistiche;

- attività di formazione con Corsi per Soccorritori di livello base e avanzato.

Ringraziamo tutte le associazioni che ci hanno dato fiducia e ci hanno sostenuto condividendo la ns. ferma e corretta posizione.

Photogallery

Condividi F.I.G.T.