NEWS NAZIONALI

Maggio 29, 2020

PRONTI, PARTENZA, VIA? SI, MA CON LE DOVUTE PRECAUZIONI!

Ciao ragazzi e ragazze, abbiamo deciso di scrivere questo comunicato perché il DPCM […]
Maggio 22, 2020

Chiarimento sulle attività domenicali

Maggio 14, 2020

RIUNIONE DIRETTIVO

Facebook Posts

Blocco degli sport da contatto deciso dal CTS

Buonasera a tutti,
il 25 giugno il Governo aveva previsto la ripartenza degli sport di contatto.

Era quindi pienamente ipotizzabile che si potesse ricominciare ad organizzare le giocate amichevoli tra associazioni. Invece il CTS, (Comitato Tecnico Scientifico) della Protezione Civile istituito per l’emergenza coronavirus, ha dato parere totalmente negativo in netto contrasto con il Ministro dello Sport Spadafora.

Adesso bisognerà attendere il parere del Ministero della Salute.

Il ns. EPS preme per il riavvio delle attività sportive.
Saluti
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook

Ora in diretta live con Piotr Papaoscar Terrathree sul canale Sat&Gaming LIVE
Il presidente Raffaele Mori Taddei e l’avvocato Alessandro Verdicchio per far chiarezza sul riavvio delle attività.

https://youtu.be/_u7VVQcrcL0

Seguiteli.
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook

PRONTI, PARTENZA, VIA? SI, MA CON LE DOVUTE PRECAUZIONI!

Ciao ragazzi e ragazze, abbiamo deciso di scrivere questo comunicato perché il DPCM del 17 maggio scorso apre dal 25 maggio all'attività sportiva di base e motoria in genere.
Ma attenzione, ciò non vuol dire che da questo momento possiamo riprendere i nostri allenamenti come se nulla fosse: ci sono molte regole da rispettare, paletti messi dalle istituzioni e dagli enti locali che non possono essere rimossi, linee guida da adottare e seguire alla lettera.

Andiamo con ordine: l'art. 1, lettere F e G, del DPCM del 17/05/2020 consente l'attività sportiva e motoria svolta in palestre, piscine e circoli privati e ogni altra struttura dove si svolgono attività di benessere dell'individuo (lett. F); questa autorizzazione è estesa anche ai "siti in cui si svolgono l'attività sportiva di base e l'attività motoria in genere" (lett. G). È nostra opinione che quest'ultima definizione vada a ricomprendere anche le aree di gioco che sono già state concesse alle varie asd per la pratica del softair, che nella maggior parte dei casi si tratta di aree demaniali aperte al pubblico.

Fatta questa importante premessa, occorre evidenziare come tanto la lett. F che la lett. G specifichino che diversi enti e associazioni hanno l'obbligo di dotarsi di apposite linee guida che regolamentino la ripresa di queste attività.
Finora abbiamo avuto una sorta di effetto cascata di linee guida, da quelle emanate dal governo a quelle emanate da ogni singola Regione, fino ad arrivare alle linee guida del CONI e dei singoli EPS.
Il nostro EPS, l'ACSI, ha pubblicato le proprie linee guida e la FIGT ha deciso di scriverne di sue: siamo legittimati a farlo proprio dalla lett. G dell'art. 1 del DPCM del 17/05/2020, nella parte in cui dispone che "le associazioni, le società, i centri e i circoli sportivi comunque denominati, anche se non affiliati ad alcun organismo sportivo riconosciuto, adottano [...] appositi protocolli attuativi contenenti norme di dettaglio per tutelare la salute degli atleti".

Quindi, alla fine di questo importante preambolo, cosa vogliamo dire?
Vogliamo dire che, a parer nostro, nel pieno rispetto di determinate regole, protocolli e linee guida, è possibile tornare ad allenarsi a partire dal 25 maggio!
Grazie al contributo di molti tesserati e delle loro asd, che ci hanno offerto suggerimenti, spunti e testimonianze dal territorio, abbiamo delineato un protocollo che dovrà essere obbligatoriamente adottato dai nostri iscritti, al fine di tornare a giocare in sicurezza e nel pieno rispetto della normativa, onde evitare di incorrere in sanzioni.
Questo protocollo dovrà essere adottato insieme alle linee guida dell'ACSI, il tutto tenendo bene a mente le disposizioni contenute nel DPCM del 17 maggio e quelle delle varie ordinanze regionali.

La nostra segreteria sta provvedendo ad inviare a tutte le asd affiliate un'e-mail con allegati i file in formato .pdf delle linee guida di ACSI, il protocollo di sicurezza FIGT e l'autocertificazione che dovrà essere compilata e sottoscritta da ogni socio/atleta per poi essere consegnata al presidente dell'asd.
Tuttavia prima di tornare a giocare Vi raccomandiamo di inviare un’informativa al Comune e alla caserma dei Carabinieri del luogo dove si trova la Vostra area di gioco. Si tratta di un’accortezza e anche di una cortesia che si fa all’ente e alle forze dell’ordine, in modo da avere le spalle coperte nei confronti delle istituzioni. Nel caso in cui nessuno risponda oppure rispondano negativamente, sconsigliamo fortemente di andare a giocare in quell’area.

QUINDI, RICAPITOLANDO, PER TORNARE A GIOCARE DOVRETE:
1) Inviare idonea comunicazione al Comune e ai Carabinieri del luogo dove si trova l’area di gioco e ricevere conferma positiva;
2) Scaricare e leggere le linee guida ACSI;
3) Scaricare e leggere le linee guida FIGT;
4) Scaricare, compilare e sottoscrivere l’autocertificazione di responsabilità da consegnare poi al presidente dell’asd.

Ricordiamo inoltre che le attività agonistiche ufficiali FIGT restano sospese a tempo indeterminato.

Tutti i Documenti utili sono disponibili sul sito FIGT all'indirizzo:

https://www.figt.it/documenti-figt-asnwg/
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook

**COMUNICATO UFFICIALE**

Ciao a tutti gli iscritti e le iscritte!

In seguito all'emanazione dell'ultimo DPCM del 17 maggio, ci sono pervenute parecchie richieste di chiarimenti o di autorizzazione per la ripresa degli allenamenti.
Crediamo quindi di fare cosa gradita cercando di spiegare al meglio la situazione.
Per prima cosa vogliamo precisare che la FIGT non è un'autorità pubblica che ha determinati poteri coercitivi e/o autorizzativi.
Quello che leggete nei nostri post, ad eccezione di ciò che riguarda l'attività agonistica ufficiale, non vuole e non deve essere interpretato come un'imposizione di FIGT, ma piuttosto come un punto di vista che si propone di fare la maggior chiarezza possibile a tutti gli appassionati di softair.

Leggendo il nuovo DPCM ci è sembrato che le attività sportive e motorie simili al softair non siano state opportunamente trattate e prese in considerazione in vista di una loro ripresa.
Questo poiché, se da una parte il Decreto prevede la ripresa degli allenamenti sportivi sia all'aperto che nelle strutture, dall'altra ribadisce sempre l'ormai ben noto divieto di assembramento, che nel nostro caso specifico potrebbe essere una circostanza pericolosamente contestabile nel caso di un eventuale controllo da parte delle FFOO.
Pur partendo dal presupposto che il softair (e il laser tag) si svolge nell'assoluto rispetto delle distanze di sicurezza e pur dotandosi dei presidi medici obbligatori (mascherine, guanti, gel disinfettanti), certe accortezze non escluderebbero il rischio potenziale che un pubblico ufficiale particolarmente zelante ravveda in chi gioca in mezzo a un bosco un comportamento contrario alle norme di sicurezza per il contenimento del Covid, permettendogli di sanzionare il presidente dell'asd o, peggio ancora, ciascuno dei presenti.

Tuttavia dobbiamo riconoscere che le Regioni hanno emanato ordinanze che talvolta chiariscono i dubbi che per lo meno a noi sono venuti leggendo il DPCM: ecco perché in primis Vi invitiamo a prendere visione di queste ordinanze e di valutarle Regione per Regione. Il consiglio che ci sentiamo di darVi è quello di verificare se l'attività sportiva e motoria all'aperto è consentita e se vi è l'espresso richiamo ad evitare assembramenti. A titolo esemplificativo ma non esaustivo citiamo l'ordinanza della Regione Campania come una delle più chiare nonché permissive che siano state emanate in merito all'attività sportiva e motoria.

Quindi come FIGT ribadiamo la sospensione di tutte le nostre attività agonistiche ufficiali (tappe di campionato), mentre per gli allenamenti riteniamo di sconsigliare la ripresa di quelli all'aperto o, nel caso in cui vogliate giocare, di tenere a mente quanto detto fin qui al fine di evitare il più possibile gli assembramenti.

Per gli allenamenti al chiuso, cioè in strutture private dedicate, pur essendo noi privi di qualsivoglia potere o autorità, crediamo che possano svolgersi: in questo caso varrà lo stesso metro di giudizio usato per le palestre e i centri sportivi e i titolari di queste strutture, permettendovi l'accesso e garantendo il rispetto delle linee guida, si assumeranno parimenti ogni responsabilità, cosa che invece non può avvenire nelle aree aperte e potenzialmente accessibili anche a terze persone. Stesso identico discorso per quelle asd che giocano all'aperto, ma in aree private e chiuse al pubblico.

Riteniamo altresì utile inviare al Comune e ai Carabinieri del luogo dove avviene la giocata di allenamento una comunicazione, al fine di verificare da parte loro l'apertura ad una autorizzazione, in modo da scongiurare brutte sorprese: in caso di rifiuto eviterete di andare a giocare e di essere sanzionati in caso di controllo.

Speriamo con questo di aver fatto abbastanza chiarezza sul punto.
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook

Buongiorno ragazzi e ragazze.
Ieri sera il Direttivo FIGT si è riunito in videoconferenza insieme a tutti i Presidenti dei Comitati Regionali per fare il punto della situazione sulle nostre attività, alla luce dei vari DPCM e Decreti Regionali, per capire un po' il da farsi.

L'incontro è stato molto partecipato e si è avuto modo di conoscere tutte le varie situazioni regione per regione.

Durante la videoconferenza sono stati affrontati diversi argomenti che vengono riassunti qui di seguito, in modo da chiarirvi il più possibile i tanti dubbi che stiamo avendo da oltre due mesi:

1) RIPRESA DELL'ATTIVITÀ
Al momento nessuna legge, decreto, regolamento e/o protocollo permette la pratica del softair nel nostro Paese. È permesso l'allenamento INDIVIDUALE per determinate discipline sportive, tutte individuali e non di squadra.
Questo significa che al momento NON è consentito giocare a softair, né al chiuso né all'aperto.
La Dirigenza FIGT in questi giorni ha interpellato due Prefetture illustrando i motivi per cui, a suo parere, il softair potrebbe essere autorizzato in quanto limita al minimo eventuali assembramenti e garantisce il rispetto degli standard di sicurezza, ma le risposte sono state abbastanza chiare: finché non verrà emanato un decreto che autorizzi la ripresa degli allenamenti di gruppo, nessuno ha intenzione di "allargare" le disposizioni tuttora vigenti ad attività non espressamente menzionate tra quelle consentite.
Quindi non ci resta che aspettare tempi migliori.
Ci teniamo a precisarvi che al momento non possiamo fare previsioni temporali: ufficialmente non è stato comunicato alcun "calendario" che indichi quando riprenderà ogni singola attività sportiva e finché manca l'ufficialità i rumors resteranno tali e tali sarebbe meglio considerarli.

2) CAMPIONATI NAZIONALI
Poiché siamo consci che questa sospensione comporta enormi disagi anche per l'attività agonistica e non solo per gli allenamenti che solitamente tutti noi facciamo la domenica, si è deciso di spostare di un anno le finali nazionali.
Quindi la finale PCR non si terrà più nel 2020, ma nel 2021. Questo comporta una traslazione delle finali successive, pertanto la finale PLR viene spostata al 2022 e così via: in poche parole, stando così le cose, da ora in avanti avremo la finale PCR negli anni dispari e la finale PLR negli anni pari.

3) CAMPIONATI GIÀ INIZIATI
I campionati già iniziati restano sospesi fino a quanto il Governo e le Regioni non autorizzeranno la ripresa delle attività sportive, quindi vale esattamente quanto detto al punto n. 1.
Le tappe già giocate rimangono perfettamente valide, così come la classifica.
Dal momento che la finale PCR si terrà nel 2021, nulla vieta ai vari Comitati Regionali di fare più tappe di quelle previste all'inizio, sarà una libera scelta organizzativa di ogni singolo Comitato.

4) CONSIDERAZIONI FINALI
Quanto è stato detto rispecchia alla lettera le disposizioni emanate finora dal Governo: rispettare queste norme ci tiene al sicuro da eventuali ripercussioni "amministrative" che potrebbero avere coloro che decideranno liberamente di non attenersi alle disposizioni. Cercate di fare affidamento sulla FIGT, che cerca di fare chiarezza ogni volta che si presenta una modifica della nostra situazione.
Diffidate da chi vi fornisce informazioni diverse, o vi "consiglia" di riprendere a giocare, fornendo pareri e interpretazioni personali che vi mettono a rischio sanzione.
Ricordatevi che nel caso in cui un pubblico ufficiale (polizia, carabinieri, vigili urbani, ecc) vi sorprenda a svolgere attività non consentita, non sarà molto disponibile ad ascoltare le vostre spiegazioni: nel dubbio scriverà il verbale, invitandovi ad esporre le vostre ragioni con un ricorso al Giudice di Pace.

Speriamo di esservi stati utili, cercheremo di tenervi sempre aggiornati!
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook

Il Direttivo Federale continua l'attività dirigenziale nonostante il #covid19.
Si sta discutendo di quelle che saranno le attività una volta che l'emergenza sarà passata e quando il Governo autorizzerà l'esecuzione di tutte le attività.

🇮🇹️FEDERAZIONE ITALIANA GIOCHI TATTICI 🇮🇹️

#figt #asnwg #litaliachegioca #iorestoacasa #softair #airsoft
... Leggi di piùLeggi di meno

Segui FIGT su Facebook