SETTORE ARBITRALE

Settore Arbitrale:

La formazione
come principio arbitrale.

Per elevare e garantire il regolare svolgimento ed il rispetto delle regole di gioco nelle manifestazioni agonistiche F.I.G.T.- ASNWG dal 2012 ha strutturato e organizzato in ogni Comitato Regionale un Settore Arbitrale al quale è affidata la regolarità tecnica e sportiva delle manifestazioni Regionali e Interregionali, nel rispetto delle regole disciplinari vigenti ed in osservanza dei principi di lealtà, sportività, terzietà ed indipendenza di giudizio.
Sull’esperienza fatta negli anni passati da Comitati Regionali come il Triveneto e la Sicilia sono state gettate le basi per questo progetto che si ispira ai principi del regolamento di Gioco a Pattuglia, che disciplina le manifestazioni agonistiche Soft Air.

Si tratta dunque di una materia costruita e testata durante 20 anni di esperienza in questo gioco.
La disciplina ed il regolamento del Soft Air non sono temi facili, abbiamo avuto bisogno della collaborazione di chi ha maturato una lunga esperienza “in campo” per educare e formare chi ha il compito di vigilare ma, soprattutto, di far si che i partecipanti rispettino le nostre regole di gioco. Dopo aver valutato con attenzione ogni aspetto della nostra disciplina abbiamo deciso di nominare un Responsabile del Settore Arbitrale per ogni Comitato Regionale. Questi Responsabili hanno l’obbligo di partecipare e di superare un Corso Arbitrale di due giorni basato su:
- discussione e chiarimento delle regole di gioco;
- principi ed etica della classe arbitrale;
- test scritto con 65 domande a risposta multipla.

Il superamento del test finale da parte del candidato assegna la carica regionale ed il compito di sviluppare in ogni regione il settore arbitrale, preoccupandosi di formare personale adeguato e preparato.
Il passo successivo nella formazione del Settore Arbitrale è quello di formare gli Arbitri Nazionali, che potranno essere nominati come tali solo dopo 2 anni dalla nomina regionale e dopo aver ottenuto un certo numero di attestati di arbitraggio, ricevuti a seguito di un numero prestabilito di manifestazioni agonistiche regionali arbitrate.

Un altro traguardo raggiunto per l’appena nata Federazione che conferma l’attenzione e la passione con la quale lavoriamo.